25 maggio 2017

Anch'io.

C'è un mio post di febbraio intitolato "Quando non scrivo" che non è mai stato pubblicato.
Sostanzialmente perché non è mai stato scritto.

Sapevo che questo post qui invece -se mai fosse uscito- sarebbe uscito proprio come ora, senza programmarlo.
In un giorno qualsiasi e imprevisto in cui dopo mesi avrei alzato gli occhi fuori dalla finestra e interrotto qualunque altra cosa in corso e, semplicemente, cominciato a scrivere.

Questo post s'intitola Anch'io perché anch'io ho sentito parole in questi mesi che non avrei voluto sentire.
Anch'io non ho dormito e pianto di paura.
Anch'io mi sono sentita amata, e tuttavia sola.
Anch'io ho ridotto all'essenziale.

Quello che mi è capitato non è molto diverso da quello che capita ogni giorno a centinaia di altre persone.
Delusione, paura, scoramento, rabbia, impotenza, delirio di onnipotenza, desiderio di pestare forte, molto molto forte, panico.
Shit happens, darling.
Mi aveva preso malissimo, ve lo dico.

Non tutto è passato, ma un po' è passato.
Non ho potuto fare altro che spegnere il blog, qualunque social coso, spesso il cervello, e sopravvivergli.

Non voglio parlarne.

Quello che voglio fare adesso è solo dire che anch'io.

Anch'io adesso lavoro.
Anch'io ti voglio bene, piccolo.
Anch'io ti aspetto.
I coleotteri sono splendidi, lo penso anch'io.
Hai avuto paura? Anch'io.

Vieni qui, ti amo anch'io.

Sei tornata?
Anch'io.


12 commenti:

Anonimo ha detto...

Bentornata.

Lisa ha detto...

Mi mancavi

Castagna ha detto...

Sai quanto capisco.

Anonimo ha detto...

anch'io. e chissa' quando finisce, ma sono cosi' felice che tu sia tornata.
anna

Trasparelena ha detto...

io non ho capito niente, se non che non è stato un bel periodo
ti abbraccio
bentornata (però resta, dai!)

Velma ha detto...

Sono passati tre anni dal mio punto di non ritorno.
Ed è un punto di non ritorno proprio perché non si ritorna.
Che poi non è che non si ritorna in senso assoluto.
Semplicemente quando si torna, se si ritorna, si torna diversi, disuguali dalla precedente essenza.
Sono contenta di rileggerti, in qualsiasi persona tu ti sia evoluta.
Mi è mancata la tua acuta sottigliezza.

Nora ha detto...

Se di questo viaggio non vuoi condividere le foto non importa. Bentornata a casa, sei mancata...te lo dico anch'io

Susibita ha detto...

Grazie a tutti, è bello sapere che in questi mesi comunque qualcuno si è accorto che non c'ero XD.

Susibita

Anonimo ha detto...

Eccome che me ne sono accorta! Bentornata, è sempre un piacere leggerti. Un abbraccio.

Mommybabu

Anonimo ha detto...

A me piacerebbe che tu ne parlassi, perché ... anche io... Anyway, sono contenta che tu sia tornata. Marilu

Hysterikmom ha detto...

Soccia, non ci conosciamo ma ogni tanto venivo sul blog e pensavo a cosa potesse esserti successo, ho anche pensato di scriverti una mail, tipo. Ero preoccupata. Perché siamo tutte un po' sempre al limite e questa è la solidarietà femminile di cortile per cui se la dirimpettaia non apre la finestre per due mattine pensiamo oddio starà male. Il bello del blog è che se vuoi sparire per un po' non ti ritrovi la vicina alla porta con un pasticcio di patate in mano che ti chiede se va tutto bene.
Quindi, bentornata. Però ricordati di noi, la prossima volta che sparisci, scrivi tipo: non rompetemi i coglioni per un po', comunque sono ancora viva.
baci
Hysterik

Nicoletta Bertelli ha detto...

Bentornata!